Tutti mi dicevano che non ce l’avrei fatta e invece…

Ora il mio lavoro è scrivere articoli e lettere di vendita!

 

Nell’ultimo anno mi sono avvicinato a 2 nuovi mondi per me prima completamente sconosciuti, quello del copywriting (scrittura persuasiva) e quello del web marketing.

 

Diciamo che era partito tutto come una sfida e si è trasformato nella mia occupazione principale.

 

Facevo l’agente immobiliare ma odiavo infastidire le persone suonando il campanello e chiedendo loro se avevano informazioni di case in vendita nella zona.

Ma visto che avere sempre nuove case da vendere è la linfa vitale di qualsiasi agenzia immobiliare…

… decisi di imparare il copy e il web marketing e utilizzarli per cercare nuove case in vendita senza suonare campanelli.

 

Cosi mi sono formato a mie spese e nei ritagli di tempo extra lavorativi.

 

Ben presto mi sono reso conto che con le nuove capacità apprese avrei potuto fare un lavoro che mi piaceva di più e che mi permetteva di lavorare da casa gestendo da solo il mio tempo…

Chiaramente non sono un letterato che scrive in italiano perfetto ma quello che scrivo funziona, e questo avviene per un semplice motivo:

 

Ho imparato e sperimentato che un ottimo modo per spingere le persone a leggere quello che scrivo è utilizzare le storie.

Cosi una parte molto bella del mio lavoro è quella di guardare film e serie tv per estrapolarne la trama e utilizzarla per integrare una storia nei miei testi.

 

È uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo  😉 

 

A questo proposito ieri sera stavo guardando “The wolf of wall street” e oltre a un’ottima trama ho trovato anche una bella sorpresa.

Per fartela breve il film parla di Jordan Belfort, broker newyorkese che si è arricchito vendendo azioni di seconda categoria dalle quali però guadagnava un’incredibile commissione del 50%.

Belfort aveva 3 semplici ma efficaci trucchi per convincere le persone ad acquistare le azioni.

 

1. Raccontava una storia che creasse un beneficio per chi la ascoltava

2. Ammetteva un difetto che in realtà era un pregio

3. Metteva il potenziale cliente nella condizione di sentirsi uno scemo in caso di rifiuto.

 

Il problema è che quello che faceva era totalmente illegale ed eticamente sbagliato!

Infatti oltre a vendere azioni che avrebbero fatto perdere soldi agli investitori, attraverso strani giri riusciva ad ottenere commissioni incredibilmente alte.

 

Ora se deciderai di proseguire nella lettura scoprirai come puoi utilizzare le stesse tecniche ma in modo etico, per presentare la tua idea a potenziali investitori e convincerli a finanziare il tuo progetto.

Però voglio dirti anche un’altra cosa, io non ti posso promettere che da domani gli investitori ti cercheranno per tirarti addosso i loro soldi, ma posso garantirti che se presenterai in questo modo la tua idea le persone saranno più propense ad ascoltarti e fare quello che possono per aiutarti.

 

Se invece hai dubbi sulla reale efficacia di queste tecniche sappi che le ho utilizzate tutte e 3 per farti leggere fino a qui.

Vuoi scoprire come? Allora continua nella lettura…

Ti consiglio di prendere carta e penna e annotare tutto quello che ti viene in mente quando inizierai a leggere:

3 tecniche segrete per trasformare la presentazione della tua idea o invenzione in un successo

 

Come detto il Lupo di Wall Street aveva 3 trucchi per ottenere quello che voleva dai propri interlocutori, di seguito ti mostrerò come utilizzava ogni singola tecnica, come l’ho utilizzata io e come dovresti utilizzarla tu.

Ci sei? Allora si parte…

1. Racconta una storia che generi un beneficio a chi la ascolta

 

Ecco come utilizzava questo trucco il Lupo di Wall Street:

La vendita delle azioni si faceva telefonicamente e il lupo aveva preparato una scaletta per i suoi venditori in cui c’era una storia che serviva a coinvolgere il potenziale investitore e non solo.

Infatti la storia conteneva un grosso beneficio per chi la ascoltava!

Veniva ripetuta da tutti i venditori a ogni chiamata e più o meno andava sempre così:

  1. il Venditore si presentava come il vice presidente
  2. Diceva di voler diventare il top broker della compagnia
  3. Per farlo stava vendendo delle azioni che erano un vero e proprio affare
  4. Ne era sicuro altrimenti non le avrebbe proposte perché rischiava di fare una figuraccia e non diventare il top broker

E puntualmente le persone ci cascavano e compravano azioni!

Vedi come la storia attrae e crea un beneficio per chi la ascolta? Ecco tu devi fare la stessa cosa sfruttando la tua.

 

Ma prima…

Ecco come l’ho utilizzato io per farti leggere l’articolo:

Ho iniziato l’articolo parlando della mia storia e di come i film mi servano per scrivere storie.

E come uno di questi film mi ha insegnato 3 trucchi che tu puoi usare per vendere la tua idea o invenzione.

Quindi un beneficio per te!

 

Ecco come puoi utilizzarlo tu per la tua presentazione:

Non c’è bisogno di essere un abile narratore per raccontare una storia che coinvolga le persone.

Ti basta semplicemente toccare i punti base rispondendo alle seguenti domande e avrai la tua storia:

Chi è l’eroe della tua storia?

Qual è la missione del tuo eroe?

Chi o cosa impedisce al tuo eroe di compiere la missione?

Qual è l’elemento magico che interviene donando nuove capacità all’eroe e gli permette di compiere la missione?

Qual è il lieto fine?

Una volta che avrai risposto alle domande avrai l’ossatura della tua storia e sarai pronto per passare al prossimo trucco…

 

2. Ammetti un difetto che in realtà è un pregio

 

Ecco come utilizzava questo trucco il Lupo di Wall Street:

Il lupo sapeva bene che ammettere un difetto e quindi mostrare sincerità avrebbe fatto abbassare le difese del potenziale investitore.

Ma non si limitò a questo, ebbe un’intuizione geniale e fece in modo che il difetto ammesso fosse in realtà un pregio e un’occasione per il futuro.

Infatti c’era una frase che lui e i suoi venditori ripetevano sempre:

Questo affare non la farà diventare ricco ma è un’ottima occasione per fare un po’ di denaro e gettare le basi per altri affari più importanti in futuro.”

Così oltre a ottenere la fiducia per aver ammesso un “difetto” riusciva a manipolare il pensiero del suo interlocutore facendogli credere di avere interessi a trattare con lui in futuro e che quindi non era sua intenzione fregarlo.

 

Ecco come l’ho utilizzato io per farti leggere l’articolo:

Esattamente in questo passaggio:

“Però voglio dirti anche un’altra cosa, io non ti posso promettere che da domani gli investitori ti cercheranno per tirarti addosso i loro soldi, ma posso garantirti che se presenterai in questo modo la tua idea le persone saranno più propense ad ascoltarti e fare quello che possono per aiutarti.”

Vedi come pongo l’accento sul fatto che non ti posso garantire che da domani gli investitori ti finanzieranno, però ti posso aiutare a migliorare la tua presentazione ottenendo il massimo ogni volta che hai l’occasione di parlare del tuo progetto.

L’unica differenza con il lupo è che quello che ti dico io è vero.

E qui ci tengo a precisare una cosa…

Devi sempre dire la verità, se dirai bugie o venderai fuffa sappi che al giorno d’oggi le informazioni corrono veloci e ti rovinerai con le tue mani!

 

Chiarito questo…

Ecco come puoi utilizzarlo tu per la tua presentazione:

Per trovare il tuo difetto che in realtà è un pregio devi porti un un’unica e semplice domanda.

Quali sono quelle caratteristiche che la tua idea o invenzione non ha, semplicemente perché sarebbero inutili e quali sono invece le caratteristiche opposte che invece sono fondamentali?

Ecco un esempio per aiutarti nella tua missione:

“Si è vero se cerchi il lusso e l’eleganza la nostra trattoria non è quello che fa per te, ma se vuoi cibi salutari e porzioni abbondati allora da noi ti sembrerà di cenare in famiglia e ti posso assicurare che ti alzerai da tavola soddisfatto e a pancia piena.”

Bene quando hai definito il tuo difetto/pregio sei pronto per passare al terzo trucco.

 

3. Metti chi ti ascolta nella condizione di non poter rifiutare ciò che gli chiederai di fare

 

Ecco come utilizzava questo trucco il Lupo di Wall Street:

Per fare in modo che gli investitori comprassero azioni il Lupo e il suo gruppo avevano un bella frase magica:

Quindi lei mi vorrebbe dire che se io le dicessi che posso farle avere x azioni di [nome compagnia] a x dollari per azione che fra [quanto tempo] le permetteranno di guadagnare x dollari lei non le comprerebbe?

Vedi com’è terribilmente efficace questa frase?

In pratica il lupo dice al suo cliente che se oggi spende un piccola cifra fra qualche tempo avrà un guadagno sicuro. Chi sarebbe così pazzo da rifiutare un offerta del genere?

Peccato fossero tutte bugie e in realtà le aziende che vendevano le loro azioni erano destinate al fallimento.

Ma tu invece dovrai essere sincero esattamente come lo sono stato io.

 

Ecco come l’ho utilizzato io per farti leggere l’articolo:

Ho utilizzato questo trucco nel titolo, infatti se vai a rivedere ti prometto ti rivelarti 3 trucchi per migliorare la tua presentazione in cambio di qualche tuo minuto dedicato a leggere l’articolo.

Mi sembra un buon incentivo per iniziare almeno a leggere le prime righe, cosa ne dici?

 

Ecco come puoi utilizzarlo tu per la tua presentazione:

E questo è il fulcro della riuscita della tua presentazione, infatti ho voluto tenerlo per ultimo anche se in realtà dovrebbe essere la prima cosa da fare.

Per mettere a punto questo trucco devi creare un offerta irresistibile, e sai come lo puoi fare?

Semplicemente rispondendo a queste domande:

A chi devo presentare la mia idea?

Cosa voglio dalle persone a cui la presento?

Cosa sono disponibile a dargli in cambio?

Quale impatto avrà la mia idea o invenzione nella vita di chi contribuirà al mio progetto?

 

Bene… Ora hai tutto quello che ti serve per iniziare a presentare la tua idea o invenzione nel modo corretto ottenendo il massimo dai tuoi interlocutori.

Basta persone disinteressate o annoiate mentre gli parli dei tuoi progetti, inizierai a interessare gli altri con la tua storia e li convincerai a fare il tifo per te ed aiutarti grazie ai 3 trucchi che hai appena imparato.

 

Arrivati a questo punto credo di poterti salutare, prima però ho una sorpresa per te che mi hai sopportato fino a qui.

 

Se vuoi creare un pitch perfetto che trasformerà i tuoi interlocutori in veri e propri fans che faranno tutto ciò che è in loro potere per permetterti di trasformare il tuo progetto in realtà scarica subito la nostra guida al pitch perfetto.

 

All’interno troverai tutti i passi necessari e i punti da esaminare per rendere la presentazione della tua idea un successo.

 

E come se tutto questo non bastasse iscrivendoti gratis avrai accesso anche a 3 esclusivi report che ti aiuteranno a mettere a punto i 3 trucchi che ti ho appena svelato in questo articolo.

 

Se desideri imparare come presentare la tua idea a un livello superiore e usufruire di questa grande possibilità ti conviene scaricare subito la nostra guida gratuita.

 

Ma fai in fretta, perché non resterà disponibile gratis ancora per molto.

 

>> Scarica ORA la guida Gratuita al Pitch Perfetto <<

 

P.S. A scanso di equivoci, ricordiamo che Jordan Belfort era un truffatore delinquente. Senza alcuna discussione in merito.
Ed era esattamente l’opposto di ciò che dovrebbe essere un vero venditore professionista o un imprenditore serio e capace.
Ma da tutte le cose, belle e brutte, si possono sempre prendere spunti positivi da riutilizzare in modo etico e per migliori fini ed è esattamente ciò che abbiamo fatto in questo articolo, senza alcuna ammirazione o condiscendenza verso il suddetto personaggio, sia ben chiaro!

 

investo-in-italia-workshop-shark-tank-start-up-luca-pappi

Mi chiamo Luca Pappi ho 31 anni e ho cambiato una valanga di lavori fino a quando non ho trovato la mia strada in quello che posso definire il lavoro dei miei sogni.
Per il momento ho creato e venduto con successo 7 infoprodotti e collaboro con Investo In Italia scrivendo testi e seguendo campagne di advertising per i loro clienti.
Il progetto di Mario e Jonny mi ha affascinato da subito e sono  veramente felice per l’opportunità che mi hanno dato.